RETI DELLA MEMORIA

censimento di fonti per la storia delle donne in Italia

Il progetto del Gruppo di lavoro sugli Archivi della rete Lilith, rete informativa di genere femminile che associa Centri, Librerie e Biblioteche delle donne e produce la base dati Lilith, è indirizzato alla costituzione di archivi e alla valorizzazione di fonti di donne negli archivi generali.
Pensiamo che costruire tradizione femminile sia un processo concreto, lungo il quale troviamo luoghi, scritti, oggetti che le donne hanno creato. E sia contemporaneamente un atto dal valore simbolico: rendere disponibile una tradizione consente l'innovazione consapevole, mentre la perdita di memoria storica condanna alla ripetizione.

In questo primo Quaderno vengono censiti 78 fondi e raccolte documentarie, testimonianza della presenza ed attività femminili in diversissimi momenti storici, dal Risorgimento ai nostri giorni, raccolti e conservati da Istituti e Centri di donne di tutt'Italia.
Diversi contributi affrontano i problemi teorici e pratici dell'archiviazione delle fonti delle donne: un intervento di Linda Giuva (Fondazione Istituto Gramsci - Roma), una tavola rotonda con le responsabili dei maggiori archivi storici femminili (Archivio storico delle donne Camilla Ravera, Archivio storico dell'UDI, Noidonne, CIF, CNDI, FILDISS ed altri), e un contributo di Roberta Fossati sulla varietà delle fonti del movimento delle donne, oralità, scrittura, audiovisione.

Il libro è curato da Oriana Cartaregia e Paola De Ferrari e è pubblicato dal Coordinamento donne lavoro cultura di Genova.
E' disponibile, al costo di Lit.25.000, presso l'associazione (tel/fax 010/2473245 - e-mail:cdlc@libero.it oppure e-mail:cdlc@women.it), nelle librerie e nei centri della rete Lilith dalla fine di maggio 1996.



Torna alla Homepage