"Lo stagno dei segreti"
(spettacolo di burattini, marionette e maschere)


a cura dell'Associazione Acchiappapensieri




Lo stagno dei segreti

Giada è una bambina molto sola

Così un giorno decise di fuggire via

Cara Giada sono Ottone, della specie del Tritone...

Dalla ninfea fatti cullare...

Mi chiamo Nato... Nato Cecato!

Sembrava proprio un'enorme scaglia di pesce...

Sono Olga, l'Alga ... Ci sono le alghe nella palude non lo sapevi?

Ma chi suona questa musica meravigliosa?

Ma come ti chiami?
Penso che laggiù mi chiamino il Mostro della palude...

Il pianto di Giada

Ma tu chi sei?
Sono la tua Immagine...

Triste o allegro guarda un po'...
più la musica non ho!

Devi tornare da lui e dirgliene quattro!


Devo convincerlo a suonare!

Anche i Mostri piangono?

Adesso vieni con me
a vedere il guaio che hai combinato!

Dietro di lei si muoveva,
pesante e impaurito, il suo Mostro...

Ho deciso! Voglio invitarvi a una festa anfibia!

Perciò muovete le vostre code,
le vostre pinne, i vostri nasi...

Il Mostro ha deciso che suonerà per noi!

Suona... Suona ancora...
Ti prego...

Giada ... tu adesso andrai via e
io resterò di nuovo solo...

Ma io ho ricevuto in dono un desiderio...
Dammi la tua mano e chiudi i tuoi occhi...

Ohhh, Giada ... Ora non ci lasceremo più!!!

Fine


Per informazioni

Associazione Acchiappapensieri
Via G. Dagnini, 22
40137 Bologna - I
+39-51-6238671


 

pagina a cura di Claudia De Benedittis
Ultima modifica: 31 maggio 1998