White Chestnut

Pensieri persistenti e indesiderabili, dialogo interiore logorante

Per coloro che non riescono a impedire alla loro mente pensieri, idee, ragionamenti, immagini che non desiderano.  Pensieri che preoccupano e che, pur cacciati momentaneamente, ritornano imponendo una tortura mentale; la loro presenza toglie la pace e impedisce la concentrazione sul lavoro o sul piacere quotidiano.

La caratteristica precipua  di questo stato mentale è il pensiero circolare e torturante,  causa di insonnia, cefalea, depressione, bruxismo,  definito da Bach “del disco rigato” e dalla psichiatria “ruminare ossessivo” perché interiormente si continuano a elaborare gli stessi problemi, senza mai arrivare a una soluzione.

Sembra che l’individuo voglia tornare a vivere in un determinato momento del suo passato per correggerlo e, cercando di dire ciò che non ha detto, di fare ciò che non ha fatto, di dare un’immagine diversa da quella che ha dato, creare un futuro diverso dall’attuale.

Il rimedio consente di ripristinare quella calma e quella pace interiore,  da cui possono scaturire soluzioni costruttive dei problemi che affliggono.