POLICY


LAI - Lesbiche Antifasciste in Italia


[per informazioni] lai4les@women.it 


Principi Fondanti ( Punto 1* e 2* ).

1.* 1. La LAI, Lesbiche Antifasciste in Italia, è una lista apartitica di discussione, confronto e informazione di Lesbiche che riconoscendosi nel principio etico che ogni diversità è un valore , si dichiarano antifasciste, femministe, antirazziste, laiche e non-violente.
La LAI è aperta a tutte le lesbiche. Non è concesso l’ingresso in LAI a persone eterosessuali, transessuali, gay e appartenenti al genere maschile. In questa lista non sarà però ammessa né tollerata alcuna forma di pregiudizio, di discriminazione, di offesa nei confronti di donne, di gay, di persone eterosessuali bisessuali e transessuali, di persone appartenenti al movimento LGBTQ. Perché è bene che sia chiaro che voler mantenere uno spazio di lesbiche è una scelta identitaria che non implica la discriminazione e non vuole legittimarla. La trasgressione a quanto sopra espresso comporterà la immediata espulsione dalla lista.

2.* La LAI è di proprietà di tutte le sue iscritte.
La gestione della lista e rispetto della policy sono affidate ad un team di 3/4 coordinatrici, le coord.les, scelte fra le iscritte che si candidano e da rinnovare e/o confermare in sede di meeting.

3. La policy è integrata da una una guida generale (Netiquette) allegata, contente i criteri generali per una gestione snella e sicura della lista cui ogni iscritta è tenuta a rispettare scrupolosamente.

4. La policy non è immutabile. Eventuali modifiche ed integrazioni verranno esclusivamente decise ai meeting della Lai.



NETIQUETTE
Etica e Norme di buon uso dei servizi di rete.


La presente NETIQUETTE si è ispirata a documenti
di riferimento che potete raggiungere ai seguenti link:
ftp://ftp.nic.it/rfc/rfc1855.txt
ftp://ftp.nic.it/rfc/rfc2635.txt

1n.  Quando si arriva in un nuovo newsgroup o in una nuova lista di distribuzione via posta elettronica, e' bene leggere i messaggi che vi circolano per almeno due settimane prima di inviare propri messaggi: in tale modo ci si
rende conto dell'argomento e del metodo con cui lo si tratta in tale comunita'.
2n.  Se si manda un messaggio, e' bene che esso sia sintetico e descriva in modo chiaro e diretto il problema.
3n.  Non divagare rispetto all'argomento della newsgroup o della lista di distribuzione.
4n.  Se si risponde ad un messaggio, evidenziare (lasciandoli) i passaggi rilevanti del messaggio originario, allo scopo di facilitare la comprensione da parte di coloro che non lo hanno letto, ma non riportare mai sistematicamente l'intero messaggio originale.
5n.  Non condurre "guerre di opinione" sulla rete a colpi di messaggi e contromessaggi: se ci sono diatribe personali,
e' meglio risolverle via posta elettronica in corrispondenza privata tra le interessate.
6n.  Non pubblicare mai, senza l'esplicito permesso delle autrici, il contenuto di messaggi di posta elettronica.
7n.  Non inviare tramite posta elettronica messaggi pubblicitari o comunicazioni che non siano stati sollecitati in modo esplicito o che non siano di interesse comune.
8n.  Non essere intolleranti con chi commette errori sintattici o grammaticali. Chi scrive, e' comunque tenuta a migliorare il proprio linguaggio in modo da risultare comprensibile alla collettività.
Alle regole precedenti, vanno aggiunti altri criteri che derivano direttamente dal buon senso:
A  Qualunque attività che appesantisca il traffico sulla rete, quale per esempio il trasferimento di archivi voluminosi,
deteriora il rendimento complessivo della rete. Si raccomanda pertanto di effettuare queste operazioni in orari
diversi da quelli di massima operatività (per esempio di notte), tenendo presenti le eventuali differenze di fuso orario (Napoli-Milano).
B  Vi sono sulla rete una serie di siti server (file server) che contengono in copia aggiornata documentazione, software ed altri oggetti disponibili sulla rete. Informatevi preventivamente su quale sia il nodo server piu' accessibile per voi. Se un file e' disponibile su di esso o localmente, non vi e' alcuna ragione per prenderlo
dalla rete, impegnando inutilmente la linea e impiegando un tempo sicuramente maggiore per il trasferimento.
C  Il software reperibile sulla rete può essere coperto da brevetti e/o vincoli di utilizzo di varia natura. Leggere sempre attentamente la documentazione di accompagnamento prima di utilizzarlo, modificarlo o re-distribuirlo in qualunque modo e sotto qualunque forma.
D  Comportamenti palesemente scorretti da parte di un utente, quali:
- violare la sicurezza di archivi e computers della rete;
- violare la privacy di altri utenti della rete, leggendo o intercettando la posta elettronica loro destinata;
- compromettere il funzionamento della rete e degli apparecchi che la costituiscono con programmi (virus, trojan horses, ecc.) costruiti appositamente costituiscono dei veri e propri crimini elettronici e come tali sono punibili dalla legge.


LAI Lesbiche Antifasciste Italiane