Archivi categoria: La rete delle donne

Fiori che nascono, fiori che muoiono. Ovvero: non è giornata per gli eufemismi.

 

 

Prima premessa

Quando questo blog è nato, voleva essere il germogliare pubblico di un piccolo gruppo, le RosaRosae, appunto, che da qualche anno si chiamano orgogliosamente femministe – benché siano nate dagli anni Settanta in avanti – e come tali vogliono agire nel mondo.

Era forse un debutto prematuro, fortemente voluto da chi scrive, in un momento in cui il nostro collettivo era un po’ demotivato, sebbene ancora abbastanza costante. Non sono stata sola a far partire Rosarosaeblog.it, ma sento la responsabilità di aver tanto spinto questa uscita, e forse ho sbagliato. Non sarà stato come insistere per fare un figlio quando la coppia è in crisi?

e primo problema. 

Ormai è fatta. Anche ora credo di non essere sola, ma è davanti a me stessa prima che a chiunque altra che devo accettare la silenziosa agonia di questa esperienza. È evidente che non stiamo riuscendo a tenere vivo questo spazio, e tra noi non ne parliamo nemmeno perché non vogliamo incolparci a vicenda.

Non scrivo, dunque, per praticare un forse inutile massaggio cardiaco a una piattaforma più morta che viva – oggi non cerco eufemismi – ma perché questa nostra piccola esperienza mi pare emblematica; oppure, il che è contrario e insieme identico, banale, banalissima.

In questa esperienza io vedo riflessa una brutta abitudine: vi riconosco, cioè, il decorso un po’ triste di molte esperienze di donne. E va bene sparire – anzi, no, non va per niente bene, e poi dirò perché – ma sparire in silenzio mi pare intollerabile.

Continua la lettura di Fiori che nascono, fiori che muoiono. Ovvero: non è giornata per gli eufemismi.

Sosteniamo Be Free!

poster Be Free

BeFree cooperativa sociale contro tratta violenze discriminazioni, attiva da molti anni nel sostegno a donne vittime dei reati richiamati dalla denominazione sociale, ha lanciato la campagna #befreefromviolence, tesa a sensibilizzare la società civile e a fare foundraising.
Il foundraising serve a sostenere uno dei nostri servizi, SPORTELLODONNAH24, aperto 24 ore al giorno tutti i giorni dell’anno nel Pronto Soccorso dell’Ospedale San Camillo.
Il servizio accoglie le donne che ricorrono alle cure mediche per aver subito violenze fisiche – soprattutto dal partner o ex partner, e le aiuta a intraprendere un percorso di rifondazione della propria vita. Con oltre 3000 donne seguite dal 2009 a oggi, il sevizio rischia di chiudere, per mancanza di finanziamenti. 
Il clou della campagna #befreefromviolence è rappresentato da una esposizione di opere di 27 artisti internazionali che ce ne hanno fatto dono per dare il loro contributo al nostro lavoro, e per sostenere le nostre iniziative.

Le opere saranno esposte allo spazio FACTORY Pelanda di Roma Testaccio dal 2 all’ 9 ottobre. Abbiamo il patrocinio del Comune di Roma, ed il sindaco Marino interverrà alla conferenza stampa-vernissage. L’iniziativa si avvale di un grande profilo media, anche perchè è curata dalla importante agenzia di pubblicità Blue Hive (ex Ogilvy&Mather).

Il 9 ottobre (in orario preserale) le stesse opere andranno all’asta, con il sostegno tecnico della Casa Minerva

Si possono avere ulteriori informazioni sul sito www.befreecooperativa.org e sulla pagina FB, dove troverà anche l’evento.
https://www.facebook.com/events/1622532954640285/