8 Marzo 1998 ore 12
"Ponti di Donne"
con i fogli bianchi di Prishtina



 L'appello sottoscritto da numerose associazioni femminili e non, è stato inviato, via e-mail,alle coordinatrici del Centro "Mikija"per la protezione della donna e dei bambini, costruito in collaborazione con Spazio Pubblico di Donne e il GVC di Bologna. La campagna di solidarietà internazionale è stata sollecitata dalle donne del Kosova che sperano in questo modo di spingere i governi dell'occidente a trovare una soluzione pacifica nel rispetto della libertà e dei diritti umani. Il documento è stato letto quasi contestualmente alla manifestazione di Prishtina, alla platea di donne, invitate dal Sindaco di Bologna al Teatro Comunale, che lo hanno sostenuto con un caloroso applauso. E' stato inoltre inviato alle donne del centro "Amica" di Tusla, alle "Donne in Nero" di Belgrado, al centro Donne vittime della guerra di Zagabria, al centro "Isidora" di Pancevo che in questo modo hanno voluto e potuto fare "ponte" con le amiche di Prishtina. Chiunque singola o in associazione voglia sottoscrivere l'appello non fa che aiutare a rafforzare quelle donne che alla violenza del manganello e delle armi e della fame rispondono, sollevando fogli bianchi, deponendo candele e portando pane.

Dear sister-friend of Kosova 
We are very concerned about what is happening in Kosova. You are not alone, we stand by you with our hearts and thoughts. the people of Kossova, especially harmful women and children. Although conscious of the guilty lack of preventive political action on the part of Western and mainly European governments, we still hope that international pressure may lead to a peaceful solution.We believe in women's capability to find new ways to get out of this conflict, being respectful of life and human rights. We will be with you at your demonstration on March 8th at noon, shouting:
"Stop to the aggression, Stop to the violence, Stop to the war!
We want to live in peace and freedom"
Care amiche -sorelle del Kosova. 
Noi siamo molto preoccupate di ciò che sta accadendo nel Kosova. Voi non siete da sole. Noi stiamo con voi, con i nostri cuori ed i nostri pensieri. Noi fermamente condanniamo l'aggressione Serba contro la gente del Kosova, specialmente i bambini e le donne inermi. Quantunque noi siamo coscienti della colpevole mancanza di un'azione politica preventiva da parte dei governi occidentali e soprattutto dell'Europa, noi ancora speriamo che la pressione internazionale possa portare ad una soluzione pacifica. Noi crediamo nella capacità delle donne di trovare nuove vie per uscire da questo conflitto, essendo rispettose della vita e dei diritti umani. Noi saremo con voi alla vostra dimostrazione dell'8 Marzo a mezzogiorno, gridando:
"Stop all'aggressione, stop alla violenza, stop alla guerra!
Noi vogliamo vivere in pace e libertà!"
 
 
SPAZIO PUBBLICO DI DONNE
ASSOCIAZIONE "ORLANDO"
CENTRO DI DOCUMENTAZIONE DELLE DONNE
COORDINAMENTO ASSOCIAZIONI PER MONTESOLE
DONNE IN NERO
G.V.C.
COLLETTIVO FEMMNISTA "TUTT’UN’ALTRA STORIA"
COORDINAMENTO NAZIONALE DONNE DI SCIENZA
CASA DELLE DONNE PER NON SUBIRE VIOLENZA
COMITATO DONNE PER IL GOVERNO DELLA CITTÀ DI BOLOGNA
ARMONIE
ALTA MAREA-LIBRERIA DELLE DONNE
ASSOCIAZIONE LAVINIA FONTANA
COLLETTIVO FEMMINISTA AD ALTA VOCE
LA META
REDAZIONE DEL MENSILE " LA CITTÀ " DI FORLI’
SOVRINTENDENZA TEATRO COMUNALE -COMUNE DI BOLOGNA